LIEVITO DI BIRRA E CELIACHIA

La prima cosa che passa subito in mente leggendo una ricetta ove presente la lievitazione con lievito di birra sono una moltitudine di domande inerenti al conflitto celiachia birra!! Io stessa inizialmente ero perplessa, e passavo ore fra gli scaffali dei supermercati (soprattutto quelli biologici) cercando del lievito per celiaci; che effettivamente, poi nel corso degli anni lo hanno prodotto e messo in commercio, ma quello che nessuno dice è che FA SCHIFO! Non fa lievitare nulla, se non la frustrazione di aver speso altro tempo nel tentare per l’ennesima volta a fare lievitare la maledetta farina!! Al perchè abbiamo alle volte così tante difficoltà per far lievitare la farina, ci arriveremo in un altro articolo; torniamo OT!!

La paura comune dei celiaci è che nel lievito di birra vi sia effettivamente la presenza della birra, perchè in passato il lievito era ottenuto proprio con elementi legati alla lavorazione della birra, ma che oggi dobbiamo la sua produzione per mezzo del  Saccaromyces cerevisiae, che è un fungo unicellulare coltivato e fatto crescere sulla melassa e successivamente lavorato al fine di ritrovarcelo tranquillamente a disposizione in ogni banco frigo dei supermercati!! Pensa te…in fin dei conti chi è che a scuola non ha studiato durante le ore di biologia, che il lievito di birra in realtà è un fungo!!!16171

Il lievito di birra è dunque adatto ai celiaci sia quello fresco venduto in panetti che quello disidratato (attenzione però che nel retro della confezione non venga indicata la presenza di altre sostanze chimiche che, se non ben verificate, possono portare problemi a chi soffre di celiachia).

Personalmente per i panificati consiglio sempre di utilizzare il panetto fresco, in quanto lega meglio con la farina senza glutine e la lievitazione è assicurata sempre, al contrario di quello secco che spesso lascia a desiderare il risultato finale. Evitate ovviamente come la morte l’utilizzo del lievito madre meno che non sia preparato usando farina senza glutine come base, ed anche qui scriverò un articolo, prossimamente, al riguardo di come preparo il lievito madre gluten free, così che se siete amanti degli impasti usando il lievito madre al posto del lievito di birra, vi troverete avvantaggiati. Aggiungo una piccola postilla già che parliamo di lieviti: per “lievito chimico” (o gli “agenti lievitanti” che troviamo spesso nelle diciture), viene intesa una polvere lievitante (lo trovate nel termine anglosassone backing power) costituita da bicarbonato aggiunto ad una sostanza acida più amido e/o fecola. Per la sua stessa composizione è necessario, quindi, verificarne l’idoneità proprio a causa dell’amido che potrebbe essere utilizzato; ed anche qui è possibile riprodurlo tranquillamente in casa senza patemi d’animo legati alle contaminazioni. Spero che questo articolo vi sia utile e che vi abbia potuto rassicurare sull’utilizzo del lievito di birra per chi soffre di celiachia.
Siate onesti e non fatemi sentire sola, nemmeno voi sapevate della fermentazione del Saccaromyces cerevisiae sulla melassa!!!!

2 thoughts on “LIEVITO DI BIRRA E CELIACHIA

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...