AVENA SI’ AVENA NO….AVENA GNAMME! L’AVENA E LA DIETA SENZA GLUTINE

AVENA SI’ AVENA NO….AVENA GNAMME! L’AVENA E LA DIETA SENZA GLUTINE

Cercando informazioni su internet al riguardo purtroppo spesso ci si imbatte in una moltitudine di articoli che fanno girare la testa e rendere le idee ancora più confuse se introdurre l’Avena nella dieta senza glutine o no. Quindi oggi proviamo a fare un po’ di chiarezza in merito a questo cereale. L’Avena sativa è un cereale, appartenente alla famiglia delle graminacee, ma seppur non contenente glutine, in passato si è ritenuto che a causa della presenza di avenina, questa potesse risultare dannosa per il celiaco in modo analogo alle altre frazioni proteiche dei cereali contenenti glutine, per cui dannosi per il celiaco; smentita successivamente la tossicità di questa, l’attenzione fu poi portata all’eventuale contaminazione di glutine causata dalla possibile presenza di semi di grano nei sacchi contenenti semi di avena o nei mezzi di trasporto, silos, o nei macchinari durante  la lavorazione.
Allora perchè, questa viene continuamente messa in discussione se poter essere introdotta o meno in una dieta senza glutine?
La Clinical Advisory Board della Finland Celiac Society nel 1997, approvò l’uso dell’avena per l’alimentazione del celiaco: non esistono prove che l’avena sia dannosa per chi soffre di celiachia, al contrario esistono numerosissimi studi clinici che dimostrano che non fa maleQuesto cereale è molto valido dal punto di vista nutrizionale, per via della presenza di amminoacidi essenziali, beta-glucani ed anche per il suo contenuto di fibre  che la Commissione Europea riconosce contribuire al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue.wp-1490435185356.jpg
Va da sé che a livello nutrizionale l’avena è una nuova risorsa di estremo interesse.
Inoltre ha un ottimo sapore e si presta benissimo per la preparazione di prodotti da forno e non, dolci e salati ed innumerevoli ricette.
Insomma, è proprio un peccato non poter integrare nella dieta senza glutine questo cereale.
Nonostante quanto riportato dalla bibliografia scientifica, in Italia le istituzioni restavano ancora scettiche riguardo l’assunzione dell’avena nella dieta del celiaco, sia per l’esistenza di una ridotta sotto categoria di persone con celiachia sensibili anche all’ avena, sia per il rischio di contaminazione incrociata con orzo, frumento e segale.
Tuttavia solo nel 2015 il Ministero della Salute ha accolto l’avena certificata senza glutine fra gli alimenti adatti ai celiaci., ed è stata resa disponibile, nel mercato, dell’avena di cui ne viene garantita l’assenza di contaminazioni da grano e la possibilità quindi di inserirla nella dieta senza glutine, senza alcun rischio. Nel nord Europa è già disponibile qualche prodotto a base di avena commercializzato con la certificazione di “senza glutine” come fiocchi, biscotti, muesli.
Svelato l’arcano e messo ordine ad un po’ di idee confuse, cari celiaci cosa aspettate ad introdurla anche voi nel vostro piano alimentare?

ZUPPA DETOX DI MELA, CIPOLLE E AVENA SENZA GLUTINE

ZUPPA DETOX DI MELA, CIPOLLE E AVENA SENZA GLUTINE: GF /VVG/ EF / MF 

 

Alain Ducasse diceva che la cucina è una storia d’amore. Ed io ho sviluppato un amore incondizionato verso l’Avena. Per cui concediamoci una buona zuppa di mela verde, cipolle e questo straordinario cereale. Questa combinazione di ingredienti è un vero toccasana per ripulire l’organismo dalle tossine, in quanto l’avena è un super alimento, che fa davvero bene alla nostra salute ed alla nostra pelle, non a caso la maggior parte di creme cosmetiche sono proprio a base di avena, (esiste per l’appunto anche un’azienda che l’ha resa regina della sua linea cosmetica, nonché il suo marchio di fabbrica)  e che dovremmo assumere ogni giorno. Se la combiniamo con la mela verde e la cipolla, i suoi benefici si moltiplicano. Una delle sue innumerevoli qualità è quella di agire sul metabolismo, come eccellente regolatrice. Questa zuppa sarà un toccasana per il vostro corpo e vi aiuterà a sentirvi leggeri. Quindi fate tesoro di queste brevi informazioni ed inserite questa ricetta.

INGREDIENTI:wp-1489917242846.jpg

  • 6 cucchiai d’Avena SG
  • 1 Carota
  • 1 Cipolla
  • 1 Mela Verde
  • 100 gr Indivia Belga
  • 1 cucchiaio d’Olio e.v.o
  • Aceto balsamico
  • 300 ml Acqua
  • Prezzemolo
  • Sale 

 

PREPARAZIONE:

Prepararla è semplice ed anche veloce, in pochi passaggi otterrete una zuppa dal sapore delicatamente agrodolce. Pulite cipolla, carote e la mela, fatene una dadolata grossolana e mettetele a cuocere nell’acqua precedentemente portata ad ebollizione; regolate di sale e fate cuocere per circa 20 minuti (dovranno cuocere fino a quando non saranno quasi sfatti). Nel frattempo pulite l’indivia belga e tagliatela in senso verticale; in una padella antiaderente fate soffriggere l’olio, aggiungete l’indivia, salatela e fatela croccare. Versate un cucchiaio di aceto balsamico e lasciatela cucinare, girandola ogni tano. Con l’aiuto del mixer ad immersione frullate la mela, la cipolla e la carota, che a questo punto saranno ormai cotte, fino ad ottenere una cremosa vellutata (se la volete molto densa fatela restringere qualche minuto sul fuoco, in ogni caso contate che l’aggiunta successivamente dell’avena, contribuirà ad ottenere una zuppa piuttosto corposa e non liquida); aggiungere l’avena e lasciare cuocere per circa 6 minuti ( a seconda del tipo di avena che andate ad utilizzare, controllate i minuti di cottura di questa). Per la ricetta io ho utilizzato Oat Free Form Tesco . Mescolate bene per evitare che vi si formino grumi e che l’avena si attacchi al fondo della pentola. Servite la zuppa calda con l’indivia croccante ed una spolverata di prezzemolo fresco.

Bon Appétit!