BISCOTTI INTEGRALI AI FIOCCHI D’AVENA SENZA GLUTINE

BISCOTTI INTEGRALI SENZA GLUTINE: GF /VVG/ EF / MF 

Volete iniziare la giornata con il piede giusto e con la giusta energia? Allora abbiamo bisogno di una buona colazione.  Vi propongo dei biscotti croccantissimi, facili da preparare e totalmente salutari, per cominciare con il ritmo giusto la mattina, tenere a bada le calorie e perfetti anche come spuntini spezzafame, ma soprattutto senza uova, senza latte e senza burro.

INGREDIENTI:
2017-03-31 11.15.32 1

  • 150 gr. Fiocchi D’Avena SG
  • 75 gr. Farina di Sorgo
  • 75 gr. Farina di Miglio Integrale
  • 100 gr. Farina Mix-it Universal Schär
  • 1 Banana matura
  • 120 ml. Acqua
  • 50 gr. Olio di semi di Mais
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 20 ml. succo di limone
  • 80 gr. Zucchero di Canna
  • scorza grattugiata di Limone

PREPARAZIONE:

Andiamo a preparare dei biscotti senza uova, latte e burro, così da essere ideali per tutti, sia intolleranti sia per chi ha deciso di seguire un tipo di regime alimentare vegano. In una ciotola capiente schiacciate la banana con l’utilizzo di una forchetta ed aggiungete lo zucchero. Versate la farina, aggiungete i fiocchi di avena, il lievito per dolci, la scorza del limone e se volete potete integrare nei vostri biscotti scaglie di cioccolato oppure come me dei mirtilli rossi. Mescolate bene tutti gli ingredienti con il cucchiaio. Poco per volta versate l’acqua, il succo di limone e l’olio di Mais e iniziate ad impastare il tutto con le mani. Se l’impasto dovesse sembrare un po’ appiccicoso, potete unire ancora uno o due cucchiai di fiocchi d’avena per facilitare la lavorazione. Impastate con energia fino ad ottenere un composto compatto. Lasciatelo riposare in frigorifero avvolto nella pellicola per 30 minuti. A questo punto su una teglia posizionate della carta forno, con le mani raccogliete un po’ di composto, formate con le dita delle piccole sfere e schiacciatele per bene con il palmo ad appiattirle sulla teglia, ottenendo dei dischi dello spessore di mezzo centimetro. Cuocete i biscotti  in forno preriscaldato a 180°C per 15 minuti. Al momento di sfornarli i biscotti risulteranno ancora un pochino morbidi dato che si seccheranno raffreddandosi.; con l’aiuto di una spatola trasferiteli con delicatezza su una gratella e lasciateli freddare. I biscotti si manterranno fragranti per circa una settimana e li potrete conservare in un contenitore di vetro o di latta.

Bon Appétit

LIEVITO PER DOLCI SENZA GLUTINE FATTO IN CASA

LIEVITO PER DOLCI SENZA GLUTINE FATTO IN CASA

Qualche volta accade che hai appena infilato il pigiama, sei pronta per andare a letto, controlli che in cucina sia tutto a posto, non chiedetevi il perché siamo donne ed è inevitabile prima di andare a letto passare in cucina a controllare, cosa poi solo la nostra mente lo sa, ma è così! E mentre controlli che il gas sia spento, o quanto sia bella la piattaia in ordine, o splendente il piano cottura, dove hai appena finito di sputarci sangue per renderlo brillante, che avviene quasi un richiamo mistico con la dispensa che nemmeno tu sai spiegarti e chissà perchè e chissà come, quasi posseduta da una forza interiore, che ti ritrovi in mano la farina. E’ stata una giornata lunga, pensi, vorresti solo una coccola che possa farti andare a letto con un sorriso. Vabbè in 5 minuti posso prepararmi un dolcetto coccoloso! Così ti ritrovi con tutti gli ingredienti per farti potenzialmente una Lemon Mug Cake, però manca il lievito per dolci. Ingiustizia divina! Ma perchè non preparasi un lievito in casa?
Preparare del lievito per dolci è davvero una soluzione rapida e non comporta spese eccessive, perchè gli elementi li abbiamo già tutti in dispensa se vogliamo.
L’attore principale, eroe di questa favola, nonché ingrediente principale per preparare il  lievito istantaneo per dolci, è il bicarbonato di sodio. Tuttavia esso, per poter essere sfruttato come agente lievitante ha bisogno di essere “innescato” da un elemento acido quale, per esempio, il cremor tartaro, il succo di limone, l’aceto o lo yogurt. Tale combinazione fa si che avvenga una reazione chimica che produce anidride carbonica; nell’impasto si formeranno delle alveolature contenenti aria che gonfieranno il nostro composto in cottura.

Per la lievitazione di circa 225 gr. di farina, potrete:

1) Mescolare 7 gr. di bicarbonato con 14 gr. di cremor tartaro.

2) Mescolare 2 gr di bicarbonato con 5ml di aceto o succo di limone + 100 ml di latte.

3) Mescolare 2 gr. di bicarbonato  con 125 gr di yogurt a naturale.

Questi sono solo alcune combinazioni veloci ed istantanee per preparare del lievito per dolci; io ho sviluppato una mia personalissima variante con cui mi trovo molto bene ed in più ho aromatizzato la mia polvere a cui, quando necessario, aggiungerò soltanto l’agente acido in proporzione alle dosi necessarie per preparare il mio dolce:

 

INGREDIENTI:2017-03-30 11.00.30 1

  • 70 gr. Bicarbonato di Sodio
  • 70 gr. Amido di Mais o Fecola
  • 1 bustina di Vanillina

 

 

 

PREPARAZIONE:

Prepararlo è davvero semplicissimo, dovrete solamente miscelare bene le polveri e tenerle all’interno di un contenitore chiuso; vi basterà in seguito aggiungere l’agente acido che preferite prelevando due cucchiaini di questo lievito aggiungendolo all’interno della vostra ricetta; io uso spesso il limone o il latte. Adesso siete pronti per preparare il vostro dolce.

CRUMBLE SENZA GLUTINE ALLE MELE

CRUMBLE SENZA GLUTINE ALLE MELE

 

Cena dell’ultimo secondo, sarebbe scortese arrivare a mani vuote, ma il tempo di fare la spesa non c’è ed in casa ho poco e nulla per preparare qualcosa. Mi viene in mente che in dispensa ho dei frollini senza glutine, ed ecco l’illuminazione per una ricetta perfetta da preparare in meno di dieci minuti! Crumble di Mele! Oltre ad essere veloce è anche davvero facile da preparare ed occorrono davvero pochissimi ingredienti per realizzarla; ragion per cui se siete sempre di corsa come me, non avete tempo per correre al supermercato o semplicemente siete dei golosoni che spesso si lasciano cogliere da improvvisi attacchi di dolcezza notturni, niente paura, questa è la ricetta giusta per voi!

INGREDIENTI:wp-1490018181241.jpg

  • 200gr Biscotti secchi SG
  • 800gr Mele
  • 60gr Zucchero di Canna
  • 50ml Latte
  • 20ml Olio di Semidi Mais
  • Scorza grattugiata di Limone
  • Succo di 1/2 limone

 

 

 

PREPARAZIONE:

Per abbreviare i tempi sbricioliamo con l’aiuto di un mixer da cucina i biscotti, e li riduciamo in polvere. Accendete il forno e preriscaldatelo a 200°C. Lavate per bene le mele, sbucciatele e tagliatele a cubetti grossolani. In una padella mettiamo a cuocere le mele, giusto qualche minuto per farle ammorbidire, potete omettere questo passaggio se avete delle mele già morbide. Aggiungiamo il succo di limone e 40 gr di zucchero di canna, mescolate di tanto in tanto, poi spegnete la fiamma e coprite con un coperchio (il vapore sprigionato continuerà ad ammorbidire le mele). A questo punto non ci resta che comporre il crumble. In una ciotola unite i biscotti in polvere, 20 gr di zucchero di canna, la scorza del limone ed aggiungete l’olio ed il latte. Impastate con le mani, dovrete ottenere una sorta di impasto collosino ma anche piuttosto distaccato. In una pirofila (con queste dosi ho usato una pirofila da 18 cm) stendete parte del crumble sul fondo, poi distribuite bene le mele e ricoprite bene la superficie con il restante crumble. Infornate per circa 15 minuti. Prestate attenzione a controllare la cottura, gli elementi sono tutti cotti bisogna creare una sorta di doratura del crumble, quindi controllate di tanto in tanto lo stato della doratura. A questo punto il dolce è pronto da servire tiepido, magari accompagnandolo con qualche pallina di gelato o di panna montata.

Bon Appétit!

TORTA PARADISO SENZA GLUTINE

TORTA PARADISO SENZA GLUTINE: GF

 

Non potete capire la gioia e la felicità espressa nel dare un morso ad una fetta di torta e riconoscere i sapori assopiti nella memoria di chi, come me, ad un tratto della propria vita ha dovuto drasticamente cambiare il proprio regime alimentare! Per carità buone eh le cose gluten free, ma quando per una vita, conduci un tipo di alimentazione, sai perfettamente che quando addenterai un pezzo di pane, saprà di pane e non di cartone! Così ci si ingegna, si fanno tentativi su tentativi, alle volte ottenendo risultati pessimi e magari ritrovandosi nella propria cucina ad avere attacchi di crisi di nervosismo e riscoprirsi a lagnarsi come bambini con gravi disturbi comportamentali ! Va da se, che la trasformazione in  esimio gongolatore avviene, quando invece ottieni un risultato eccezionale dopo aver azzeccato le giuste dosi in una ricetta! Non ci sono planetarie, non si usa il bimbi, ma solo i quattro strumenti base di cui tutte le cucine sono sicuramente provviste: bilancina, ciotola, le mie amatissime fruste elettriche e una teglia! Gli ingredienti? Eccoveli subito!

INGREDIENTI:wp-1489829229309.jpg

  • 150 gr di  “Farina Mix B  Schär”
  • 8 Uova (8 tuorli e solo 5 albumi)
  • 150 gr di Fecola di Patate
  • 300 gr Zucchero
  • 250 gr di Burro
  • 80 gr di Olio di semi di Mais
  • scorza di limone
  • 1 bustina di Vanillina

 

PREPARAZIONE:

Perchè sottolineo e metto in evidenza la farina Mix B? Perchè è l’unica con cui questo dolce mi venga bene, per cui o le altre cuochine mentono sulle dosi nelle loro ricette oppure usano altre farine rispetto a quelle che indicano. Per tagliare la testa al toro ed avere un ottimo risultato vi consiglio di adoperare questo tipo di farina.
Con ampio anticipo tirate fuori dal frigo le uova ed il burro, con questi due ingredienti è sempre bene lavorare quando sono a temperatura ambiente e mai appena usciti dal frigo. In una terrina separate gli albumi dai tuorli (ricordate che delle 8 uova userete solo 8 tuorli e 5 albumi, gli altri tre potrete usarli per preparare magari delle meringhe per decorare la vostra torta, oppure una leggera omelette ). Lavorate con le fruste elettriche i tuorli ed aggiungete lo zucchero fino a renderli belli spumosi; aggiungete l’olio di semi di mais, il burro e la scorza del limone. Lavorate con le fruste a velocità media per circa 5 minuti; aggiungete la farina e la fecola setacciata e la vanillina e continuate a montare il composto con le fruste fino a quando non avrete ottenuto un composto liscio ed omogeneo. Montate gli albumi a neve ben ferma (con le fruste a velocità alta, andate a montare gli albumi con l’aggiunta di un pizzico di sale), quando sollevate le fruste vi si deve formare un piccolo ricciolo. Andare ad unire al composto gli albumi montati, mescolando con delicatezza dal basso verso l’alto e girando sempre in un solo verso. Io ho utilizzato una teglia con fondo apribile per facilitarmi; foderate il fondo ed i bordi con della carta forno ed infornate a 160°C in forno ventilato e preriscaldato, con una ciotola d’acqua, per circa 50 minuti. Arrivati quasi a termine della cottura, controllate di tanto in tanto il dolce, dovrà apparire distaccato dai bordi della teglia. Quando lo tirerete dal forno il dolce apparirà bello gonfio, ma con il passare di qualche minuto lo vedrete scendere un pochino, niente paura vi permetterà di poter eliminare più facilmente la crosticina dura formatasi in superficie. Attendete qualche minuto, il tempo che la torta si sia freddata, prima di sformarla dalla teglia ed adagiarla su un piatto di portata. A questo punto non vi rimane che rimuoverne la crosticina e guarnire o farcire a vostro gusto; io ho optato per del semplice zucchero a velo.

Bon Appétit!

CROSTATA RICOTTA E FICHI SENZA GLUTINE 

CROSTATA DI RICOTTA E MARMELLATA DI FICHI: GF

Ci sono quelle giornate in cui tutto va storto, oppure ti senti quasi come se avessi bisogno di alzarti dal letto la mattina e avessi voglia di avere delle piccole certezze ferme, che ti facciano sentire bene, quasi un conforto al quale appigliarsi! Ed uno pensa “ho voglia di una fetta di torta!”. Così la memoria vaga nei meandri dei ricordi sicuri, momenti magari legati alla propria infanzia, ai profumi di forno della domenica mattina ed a quei dolci semplici e casalinghi, ma che sapevano coccolarti nel modo giusto. Per me uno di questi era la crostata, fragrante come un biscotto e con un dolce ripieno. Per me che sono di origine siciliana, i dolci con un ripieno di crema alla ricotta sono un must della nostra cucina. Non so voi ma io adoro l’abbinamento tra i fichi e la ricotta, per questo trovo irresistibile questo dolce!

INGREDIENTI:

-PER LA FROLLA

  • 250 gr. Farina Mix-it Universal Schär
    beautyplus_20170303112526_save.jpg
  • 2 Tuorli
  • 100 gr. Zucchero
  • 150 gr. Burro
  • 1 pizzico di Sale
  • Scorza di limone
  • Vanillina
  • 1 cucchiaino di Lievito per Dolci
  • PER IL RIPIENO
  • 500 gr. Ricotta fresca
  • 100 gr. Zucchero
  • 2 Albumi
  • Marmellata di Fichi

 

PREPARAZIONE:

Cominciamo con il preparare la base di Pasta Frolla Senza Glutine (di cui vi linko la ricetta che troverete sul mio blog); una volta stesa per bene lasciamola riposare in frigo per circa 30 minuti. Nel frattempo dedichiamoci al goloso ripieno: in una ciotola ampia iniziamo a lavorare la ricotta, che dovrà essere passata al setaccio, per renderla liscia e cremosa, montiamo gli albumi a neve ben ferma con le fruste elettriche e man mano che montiamo aggiungiamo lo zucchero ed un pizzico di sale. Incorporiamo gli albumi a neve alla ricotta, ed amalgamiamoli delicatamente per mezzo di una spatola, dando delle mescolate dal basso verso l’alto.
Trascorso il tempo di riposo della frolla ne stendiamo un po’ più di due terzi con un matterello, vi consiglio di stenderla fra due strati di carta forno, poi arrotolatela al mattarello e adagiatela lentamente nello stampo. Per praticità io ne ho usato uno a fondo apribile, ho imburrato per bene le pareti e fatto aderire la carta forno tutto intorno. La pasta frolla senza glutine, appare più delicata e friabile di quella normale, quindi fate attenzione quando la sfornerete.
Bucherelliamo la base con una forchetta e distendiamo un generoso strato di marmellata ai fichi, poi versiamo il ripieno di ricotta e livelliamo per bene la superficie con una spatola. A questo punto inforniamo in forno già caldo a 180°, in modalità ventilato, per circa 4o minuti. Controllate la cottura, la frolla deve apparire brunita.
Sfornate e lasciate freddare per bene prima di toglierla dalla teglia.

Bon Appétit.

 

CHEESECAKE SENZA GLUTINE

CHEESECAKE SENZA GLUTINE GFEF

La classica cheesecake che tutti conosciamo come l’originale newyorkése, prevede sia la cottura che l’utilizzo delle uova, mentre quella che vi propongo oggi non prevede l’uso del forno, bensì la sua preparazione è indubbiamente più lunga ma resta uno di quei classici dolci che ci salvano da una cena con gli amici, perchè possiamo prepararla tranquillamente il giorno prima, quando non si ha molto tempo a disposizione il giorno dopo; vi dirò, più resterà in frigo più sarà deliziosa e voi stupirete i vostri ospiti che non riusciranno a trattenersi dal dire “Ma come fai a fare tutto?”, semplice, basta essere organizzati.  Sono molto affezionata a questa ricetta in quanto, durante i primi periodi dopo la diagnosi, quando avevo voglia di una bella fetta di torta e non riuscendo assolutamente a riprodurre all’inizio un Pan di Spagna commestibile, mi ha letteralmente regalato una gioia immensa!
Si tratta di una delle ricette più “essenziali” che abbia provato a riguardo e questa sua caratteristica la rende perfetta anche per chi sia a alle prime armi con tale genere di preparazioni.

INGREDIENTI: Cheesecake

    • 300 gr. Biscotti secchi Senza
    • 80 gr. Burro
    • 250 ml. Panna
    • 250 gr. Mascarpone
    • 250 gr. Philadelphia
    • 100 gr. Zucchero
    • Aroma all’arancia
    • Aroma al rum
    • 1 cucchiaino di agar agar
    • Scaglie di cioccolato

 

 

PREPARAZIONE:

Diversamente dalla ben conosciuta colla di pesce, che personalmente evito ma sentitevi liberissimi di preferirne l’uso, l’agar agar deve essere scaldata, in un pentolino stemperatela con  la panna e fate sobbollire per circa 8 minuti. Nel mentre mettete a sciogliere il burro (io mi trovo bene nel microonde, sporco meno ciotole ed evito che il burro mi soffrigga) e foderate uno stampo a cerniera con la carta da forno. Fate aderire bene la carta da forno ai bordi (per farlo dovete imburrare appena lo stampo, bagnare la carta da forno con l’acqua, strizzarla bene, e poi attaccarla allo stampo). In un mix, (o armati di comodo canovaccio e mattarello, esattamente come facevano le nostre nonne) tritate i biscotti fino a renderli una fine polvere. Mescolateli poi con il burro e le fialette di aroma al rum e arancia (vi assicuro che questa combo è fantastica per le basi a biscotto) fino ad avere un composto omogeneo e versateli nella teglia, distribuendo per bene con un cucchiaio e pressando leggermente. Mettete lo stampo in frigorifero e lasciare che la nostra base di biscotto si solidifichi, per circa una mezzora. In una ciotola amalgamiamo con le fruste elettriche il philadelphia , lo zucchero, il mascarpone e la panna (con l’agar agar precedentemente stemperato) e mescolate con cura fino ad avere un composto soffice e cremoso. Ottenuta la nostra crema, versate una prima metà del composto nella teglia contenente la base, livellatela e cospargete con scaglie di cioccolato, ed ultimate con altra parte di composto, aiutatevi a livellarla con una spatola o con un cucchiaio, o se preferite una superficie discontinua, rigatela con le punte di una forchetta, come se la stesse rastrellando .Coprite con l’alluminio e lasciate riposare in frigorifero per 5 – 6 ore. Una volta trascorso il tempo di attesa, la crema risulterà bella soda e compatta e a voi non resta che decorarla come più vi piace, io ho optato per cacao in polvere e riccioli di cioccolato fondente e bianco, ma potete usare frutta di stagione, oppure granella di nocciole o mandorle, o un bel topping; insomma scatenatevi. Non vi resta che provarla e farmi sapere!

Bon Appétit!