BISCOTTI INTEGRALI AI FIOCCHI D’AVENA SENZA GLUTINE

BISCOTTI INTEGRALI SENZA GLUTINE: GF /VVG/ EF / MF 

Volete iniziare la giornata con il piede giusto e con la giusta energia? Allora abbiamo bisogno di una buona colazione.  Vi propongo dei biscotti croccantissimi, facili da preparare e totalmente salutari, per cominciare con il ritmo giusto la mattina, tenere a bada le calorie e perfetti anche come spuntini spezzafame, ma soprattutto senza uova, senza latte e senza burro.

INGREDIENTI:
2017-03-31 11.15.32 1

  • 150 gr. Fiocchi D’Avena SG
  • 75 gr. Farina di Sorgo
  • 75 gr. Farina di Miglio Integrale
  • 100 gr. Farina Mix-it Universal Schär
  • 1 Banana matura
  • 120 ml. Acqua
  • 50 gr. Olio di semi di Mais
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 20 ml. succo di limone
  • 80 gr. Zucchero di Canna
  • scorza grattugiata di Limone

PREPARAZIONE:

Andiamo a preparare dei biscotti senza uova, latte e burro, così da essere ideali per tutti, sia intolleranti sia per chi ha deciso di seguire un tipo di regime alimentare vegano. In una ciotola capiente schiacciate la banana con l’utilizzo di una forchetta ed aggiungete lo zucchero. Versate la farina, aggiungete i fiocchi di avena, il lievito per dolci, la scorza del limone e se volete potete integrare nei vostri biscotti scaglie di cioccolato oppure come me dei mirtilli rossi. Mescolate bene tutti gli ingredienti con il cucchiaio. Poco per volta versate l’acqua, il succo di limone e l’olio di Mais e iniziate ad impastare il tutto con le mani. Se l’impasto dovesse sembrare un po’ appiccicoso, potete unire ancora uno o due cucchiai di fiocchi d’avena per facilitare la lavorazione. Impastate con energia fino ad ottenere un composto compatto. Lasciatelo riposare in frigorifero avvolto nella pellicola per 30 minuti. A questo punto su una teglia posizionate della carta forno, con le mani raccogliete un po’ di composto, formate con le dita delle piccole sfere e schiacciatele per bene con il palmo ad appiattirle sulla teglia, ottenendo dei dischi dello spessore di mezzo centimetro. Cuocete i biscotti  in forno preriscaldato a 180°C per 15 minuti. Al momento di sfornarli i biscotti risulteranno ancora un pochino morbidi dato che si seccheranno raffreddandosi.; con l’aiuto di una spatola trasferiteli con delicatezza su una gratella e lasciateli freddare. I biscotti si manterranno fragranti per circa una settimana e li potrete conservare in un contenitore di vetro o di latta.

Bon Appétit

POLPETTE DI MIGLIO AL SUGO

POLPETTE DI MIGLIO AL SUGO: GF /VVG/ EF / MF 

Un altro cereale che noi celiaci possiamo introdurre senza problemi all’interno della nostra alimentazione senza glutine, è il miglio! E’ ricco di proteine e sali minerali, grande alleato della salute dei capelli e delle unghie, fornisce un buon apporto di fibre, capite bene quanto possa essere utile integrarlo soprattutto in regimi di dieta ipocalorici o comunque all’interno di una dieta varia ed equilibrata. E’ un alimento con proprietà diuretiche ed energizzanti (in quanto ricco di proteine), è un valido aiuto contro lo stress, la depressione e i sensi di spossatezza; grazie al suo buon contenuto di acido salicilico il miglio produce benefici alla pelle. Il suo sapore neutro permette di condirlo con verdure e spezie. Oggi infatti prepareremo delle buonissime polpettine, a basso contenuto calorico, al sugo e per dare una piccola sferzata al metabolismo le rendiamo un po’ piccantine.

INGREDIENTI:
wp-1490771614720.jpg

  • 150 gr. Miglio decorticato Bio
  • 80 gr. Pangrattato SG*
  • 500 ml. Polpa di Pomodoro Cirio
  • 1 spicchio d’ Aglio
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaino di curry
  • prezzemolo
  • 2 cucchiai d’Olio e.v.o
  • peperoncino secco
  • sale

 

PREPARAZIONE:

Con l’ausilio di un colino a maglia stretta, lavate bene sotto acqua corrente i semini di miglio, successivamente passate ad una breve tostatura in una pentola ed aggiungete circa 400 ml. di acqua per lessarlo (seguite le indicazioni riportate sulla confezione per i tempi di cottura), poi scolatelo bene e lasciatelo intiepidire. Trasferitelo in una ciotola ed aggiungete, qualche cucchiaio di pangrattato, il prezzemolo e le spezie, a seconda di quanto gradite il grado di piccantezza aggiungete il peperoncino e poi regolate di sale. Amalgamate il tutto, fino ad ottenere un impasto sodo ma non duro. Inumidite le con dell’olio e formate con l’impasto delle polpette di media dimensione e passatele nel pangrattato restante. Fatele appena soffriggere in una padella antiaderente con un filo d’olio e rigiratele ogni tanto. Tenetele da parte e preparate il sugo. In una padella scaldate un po’ di olio con lo spicchio d’aglio intero (così che successivamente lo possiate eliminare senza problemi), aggiungete la Polpa di Pomodoro, io amo il sapore delicato della Finissima Cirio, regolate di sale e fate cuocere qualche minuto, calate quindi le polpette nel sugo e concludete la cottura, fino a quando questo non si sarà ben ristretto.

Servite belle calde e se lo gradite aggiungete una spolverata di prezzemolo fresco tritato.

Bon Appétit!

SPINACINE VEGETARIANE SENZA GLUTINE COTTE AL FORNO

SPINACINE VEGETARIANE SENZA GLUTINE COTTE AL FORNO

Lo ammetto, ho proprio una passione per le verdure; sin da bambina non sono mai stata così schizziosa da evitarle nel piatto, anzi se potevo ne chiedevo il bis! Poi sarà che sto invecchiando, pure male, ma ci sono dei periodi in cui proprio di mangiare la carne non mi riesce. Gli esperti dicono che spesso il nostro corpo ci invia dei chiari messaggi, il mio magari mi vuole dire che presto mi trasformerò in un coniglio a giudicare dal quantitativo di verdure presenti nel mio frigo! Torniamo a noi; quando hai voglia di spinacine, ma la Aia non te le ha ancora messe in commercio, pronte da acquistare al banco frigo del supermercato, in versione senza glutine, hai solo un’opzione: farle in casa; e se a questo aggiungi una momentanea inappetenza verso la carne, allora ecco che esce fuori il motivo della ricetta di oggi delle spinacine vegetariane senza glutine!

INGREDIENTI:
wp-1490284271610.jpg

  • 220 gr. Ceci Cotti
  • 300 gr Spinaci Freschi
  • 1 uovo
  • 100 gr. Pangrattato SG (
  • 50 gr. Parmiggiano grattugiato
  • 1 spicchio d’Aglio
  • 30 gr. Provola
  • Olio
  • Sale e Pepe

 

 

PREPARAZIONE:

Dedichiamoci a pulire per bene gli spinaci, dopodiché saltiamoli in padella con un filo d’olio e lo spicchio d’aglio e lasciamoli cuocere per qualche minuto. Scolate i ceci. Una volta cotti gli spinaci lasciateli freddare qualche istante, per poi andarli a frullare nel mixer insieme ai ceci, l’uovo, il parmigiano e aggiustate di sale e pepe. Prestate attenzione a lasciare il composto piuttosto grossolano, non deve essere una crema. In una ciotola trasferite il composto ed aggiungete 3 cucchiai del pangrattato che avevate preparato. Impastatelo con le mani insieme al composto e cercate di compattarlo. Ora dovrete formare due strati di composto non troppo spessi ed adagiare al centro una fettina di provola; chiudete e passate nel pangrattato messo da parte; fate questo procedimento fino ad ultimare gli ingredienti. Preparate la placca ed adagiateci della carta forno; spennellatela con dell’olio. Adagiate le spinacine e versate un filo d’olio sulla superficie, per far sì che questa venga bella croccante. Cuociamo in forno ventilato già caldo a 200° per 15 minuti, poi giriamoli delicatamente, fate attenzione perché da caldi sono piuttosto morbide e facili da rompere e terminiamo la cottura per altri 5 minuti. Devono apparire ben dorati e la panatura croccante. Estraiamo dal forno e lasciamo intiepidire prima di servire.

Bon Appétit!

CAPRESE ALLA MELA

CAPRESE ALLA MELA: GF /VEF

Al contadino non far sapere, che non vi è solo il cacio con le pere! Eh no, la bontà dell’incontro tra formaggio e la frutta non si limita solo allo sposalizio ormai noto da tempo, ma esistono altre combinazioni altrettanto gustose che fanno apparire un piatto semplice come la caprese, come un antipasto sfizioso ed irresistibile. Il segreto di questo piatto, risiede proprio nell’incontro del sapore delicato della mozzarella con il dolce e croccante della mela golden.

INGREDIENTI: wp-1490092106261.jpg

  • 1 Mela Golden Delicious
  • 125 gr Mozzarella Santa Lucia
  • 1 mazzetto di Spinaci teneri
  • Prezzemolo
  • 1 cucchiaio d’Olio e.v.o
  • 1 cucchiaino Composta di Fichi
  • sale

PREPARAZIONE:

Prestate cura nel lavare per bene le foglie degli spinaci sotto acqua corrente, poi metteteli a scolare ed eliminate l’eccesso di acqua con della carta assorbente. In una ciotola disponete gli spinaci e conditeli con un filo d’olio e sale. Pulite la mela e privatela della buccia e del torsolo, con l’apposito scavino; affettatela a fette sottili più o meno uguali di spessore. Tagliate la Mozzarella Santa Lucia a fette anch’esse più o meno dello spessore delle fettine di mela e lasciate che il liquido in eccesso venga rilasciato. A questo punto apprestiamoci a comporre la nostra caprese e disporla in un piatto da portata, alternando le fette di mela con le foglie di spinaci e mozzarella. Guarnite con una spolverata di prezzemolo tritato e spennellate la superficie della vostra caprese con un velo di composta di fichi. Ho impiegato indubbiamente più tempo io a scriverne il post che voi ad andarlo a comporre.

Bon Appétit!

ZUPPA DETOX DI MELA, CIPOLLE E AVENA SENZA GLUTINE

ZUPPA DETOX DI MELA, CIPOLLE E AVENA SENZA GLUTINE: GF /VVG/ EF / MF 

 

Alain Ducasse diceva che la cucina è una storia d’amore. Ed io ho sviluppato un amore incondizionato verso l’Avena. Per cui concediamoci una buona zuppa di mela verde, cipolle e questo straordinario cereale. Questa combinazione di ingredienti è un vero toccasana per ripulire l’organismo dalle tossine, in quanto l’avena è un super alimento, che fa davvero bene alla nostra salute ed alla nostra pelle, non a caso la maggior parte di creme cosmetiche sono proprio a base di avena, (esiste per l’appunto anche un’azienda che l’ha resa regina della sua linea cosmetica, nonché il suo marchio di fabbrica)  e che dovremmo assumere ogni giorno. Se la combiniamo con la mela verde e la cipolla, i suoi benefici si moltiplicano. Una delle sue innumerevoli qualità è quella di agire sul metabolismo, come eccellente regolatrice. Questa zuppa sarà un toccasana per il vostro corpo e vi aiuterà a sentirvi leggeri. Quindi fate tesoro di queste brevi informazioni ed inserite questa ricetta.

INGREDIENTI:wp-1489917242846.jpg

  • 6 cucchiai d’Avena SG
  • 1 Carota
  • 1 Cipolla
  • 1 Mela Verde
  • 100 gr Indivia Belga
  • 1 cucchiaio d’Olio e.v.o
  • Aceto balsamico
  • 300 ml Acqua
  • Prezzemolo
  • Sale 

 

PREPARAZIONE:

Prepararla è semplice ed anche veloce, in pochi passaggi otterrete una zuppa dal sapore delicatamente agrodolce. Pulite cipolla, carote e la mela, fatene una dadolata grossolana e mettetele a cuocere nell’acqua precedentemente portata ad ebollizione; regolate di sale e fate cuocere per circa 20 minuti (dovranno cuocere fino a quando non saranno quasi sfatti). Nel frattempo pulite l’indivia belga e tagliatela in senso verticale; in una padella antiaderente fate soffriggere l’olio, aggiungete l’indivia, salatela e fatela croccare. Versate un cucchiaio di aceto balsamico e lasciatela cucinare, girandola ogni tano. Con l’aiuto del mixer ad immersione frullate la mela, la cipolla e la carota, che a questo punto saranno ormai cotte, fino ad ottenere una cremosa vellutata (se la volete molto densa fatela restringere qualche minuto sul fuoco, in ogni caso contate che l’aggiunta successivamente dell’avena, contribuirà ad ottenere una zuppa piuttosto corposa e non liquida); aggiungere l’avena e lasciare cuocere per circa 6 minuti ( a seconda del tipo di avena che andate ad utilizzare, controllate i minuti di cottura di questa). Per la ricetta io ho utilizzato Oat Free Form Tesco . Mescolate bene per evitare che vi si formino grumi e che l’avena si attacchi al fondo della pentola. Servite la zuppa calda con l’indivia croccante ed una spolverata di prezzemolo fresco.

Bon Appétit!

SPAGHETTI SENZA GLUTINE DI KONJAC AL POMODORO PACHINO

SPAGHETTI SENZA GLUTINE DI KONJAC AL POMODORO PACHINO: GF /VVG/ EF / MF 

Seguire un regime ipocalorico non è mai semplice, soprattutto quando si combatte con il poco tempo a disposizione che possiamo dedicare ai fornelli; quindi la prima cosa che ci viene in mente da preparare, di ipocalorico ma soprattutto veloce, è di aprire una busta di insalata appena comprata al supermercato, con un giro d’olio e servita in un lampo. Mangiare un piatto di pasta è quasi impensabile, ma non è necessario per forza farci rinuncia. Oggi vi parlo di una ricetta veloce, pratica, ma soprattutto a basso contenuto calorico, perfetta per chi come me sta seguendo un periodo di dieta detox. L’ingrediente attore principale, di questa ricetta, sono gli spaghetti di Konjac (Per saperne di più, leggete la mia Review).
Pochissime calorie ma un incredibile potere saziante, il tutto in una ricetta che vi ruberà circa 5 minuti di tempo per prepararla.

INGREDIENTI:wp-1489317847835.jpg

  • 250 gr. di Spaghetti di Konjac
  • 200 gr. di Pomidoro Pachino
  • 200 gr. Zucca
  • 1 cucchiaino Olio e.v.o
  • Basilico fresco
  • 1 spicchio d’Aglio
  • Sale e Pepe

 

PREPARAZIONE:

Mondate i pomidorini, lavateli con cura e tagliateli a metà. Aprite la confezione degli spaghetti Shirataki di Konjac e sciacquateli in acqua fredda corrente.Versate l’olio e.v.o in una padella antiaderente e fate rosolare l’aglio intero per alcuni minuti, a questo punto aggiungete i pomidorini, mandateli per qualche istante ed aggiungete un bicchiere di acqua tiepida. Tuffate gli spaghetti nella padella e fateli cuocere per circa 5 minuti, fino a quando non si sarà ritirata tutte l’acqua. Servire gli spaghetti Shirataki di Konjac ancora caldi con basilico tritato fresco.

 

Bon Appétit!

 

REVIEW PRODOTTI SENZA GLUTINE “SHIRATAKI DI KONJAC”

REVIEW PRODOTTI SENZA GLUTINE SPAGHETTI “SHIRATAKI DI KONJAC”

Il Konjac è la radice di una pianta asiatica “Amorphophallus konjac”, l’equivalente di una grossa barbabietola per intenderci, utilizzata in Giappone in svariati campi, tra cui anche quello gastronomico. La fibra che lo compone, il glucomannano, assorbe fino a 100 volte il suo peso in acqua, formando una sorta di mucillagine nell’intestino, inglobando i grassi e gli zuccheri che abbiamo ingerito e donando una sensazione di sazietà istantanea, contenuta in pochissime calorie. In commercio è possibile reperire la “pasta di Konjac” sotto forma di chicchi di riso, vermicelli, linguine, spesso disponibili in due forme: disidratati o già idratati (conservati in una confezione trasparente in ammollo in soluzione acquosa). Nel primo caso, prima di poterli utilizzare bisognerà reidratarli, ( è sufficiente metterli in ammollo in acqua calda per circa 5-6 minuti), dopodiché vanno sciacquati sotto acqua fredda corrente ed in seguito preparati comle-konjace più ci piace. Mentre la versione conservati in acqua, sarà semplicemente sufficiente un rapido risciacquo sotto acqua corrente per poterli preparare a nostro gusto e gradimento. Io ho fatto l’acquisto online presso il sito di Mi Fan, ove spesso fanno buone offerte. Questo tipo di “Pasta” è totalmente priva di calorie (su 100 gr. di prodotto solo 5 kcal) e si prepara esattamente come i vermicelli di grano o di riso che siamo abituati a gustare nei ristoranti asiatici, ma per chi non è proprio amante delle combinazioni culinarie, magari al più preparate con sughi o brodi vegetali a base di salsa di soia, può tranquillamente condirli con un sugo preferito. Gli Shirataki di Konjac hanno una piacevole consistenza callosa che ricordano quasi quella dello spaghetto di riso al dente; ma sono del tutto privi di sapore, difatti si impregnano e assorbono il gusto della salsa o del sugo che li accompagnerà nella preparazione. Pochi contro e tanti pro, per questa radice sotto forma di “pasta miracolosa ipocalorica”:

wp-1489317847835.jpg

  • Danno un prolungato senso di sazietà e contengono pochissime calorie (perfette dunque per chi segue un regime dietetico ipocalorico)
  • Senza aggiunta di sale
  • Senza aggiunta di zucchero
  • Non contengono glutine.

VALORI NUTRIZIONALI: 

Per 100gr. di Prodotto
Valore Energetico 20.9 kJ – 5 kcal
Proteine 0.1g
Carboidrati 2.3 g
Calcio 43 mg
Grassi 0 g
di cui saturi 0 g
Sale 10 g
Fibre 2.3 g

 

PORRIDGE SENZA GLUTINE ALLA ZUCCA

PORRIDGE SENZA GLUTINE ALLA ZUCCA: GF /VVG/ EF / MF 

Fa ancora freddino, seppur nell’aria si comincia a far sentire l’odore della primavera, o come meglio dire la mia rinite ha cominciato a farsi viva…che giubilo! Si sa, una volta cambiata la pagina di Febbraio nel calendario, una donna ogni mattina a Marzo, si sveglia e sa che deve correre più in fretta delle calorie che assume, se vorrà in Maggio spogliarsi senza remore alcuna del confortevole maglione maxi pull! Per cui mi pare ovvio che dovrò darmi a piatti light. Da poco ho scoperto l’esistenza dell’avena deglutinata, che a differenza del grano (per cui sono risultata anche allergica e quindi mi è impossibile assumerlo, anche se in versione deglutinato) posso mangiare tranquillamente, senza eccedere, in versione gluten free. L’avena è un cereale, fonte di carboidrati a lenta digestione, ricco soprattutto di fibre ed essendo in grado di fornire energia a lungo termine risulta un ottimo alleato durante i periodi di diete detox. Inoltre tra le tante caratteristiche benefiche attribuite a questo piatto, sembra abbia anche proprietà anticellulite se consumato regolarmente. Non siamo proprio un popolo amante della farinata di avena a colazione, ma è possibile consumarla anche in versione salata. Ed ecco che la pappetta molliccia (come la definisce mia madre) diventa un ottimo Porridge salato e vi basteranno meno di 10 minuti, per prepararla e gustarla.
Oggi Porridge alla Zucca!

INGREDIENTI:wp-1489259855763.jpg

  • 100 gr. di Fiocchi d’Avena SG
  • 500 ml. di Acqua
  • 200 gr. Zucca
  • 1 cucchiaino Olio e.v.o
  • 1/2 carota
  • 1/2 Costa di Sedano
  • 1 Cipollotto
  • 1 spicchio d’Aglio
  • Sale e Pepe
  • Prezzemolo

PREPARAZIONE:

La cottura dei fiocchi d’avena per porridge è davvero veloce, soprattutto se utilizzate l’avena istantanea, si trova facilmente in commercio soprattutto alla Lidl. Lavate e tagliate in cubetti la zucca, la si trova ancora in questa stagione, ma se vorrete riprodurre questo piatto anche quando non la trovate nei banchi della verdura fresca, potrete adoperare quella che sicuramente avrete in congelatore; la zucca è un po’ come la Zia Maria, tutte ne hanno una in famiglia e tutti conserviamo almeno un paio di quadrotti di zucca nel freezer!
Pulite la carota e la costina di sedano e con il cipollotto ben tritati prepariamo il soffritto: in una padella antiaderente a sponde alte, fate rosolare in un filo d’olio lo spicchio d’aglio intero (vi sarà più facile in seguito poterlo eliminare) soffriggete la carota il sedano ed il cipollotto per qualche minuto. Aggiungete la Zucca, salate, pepate e coprite con un coperchio. Fatela cuocere per 2 minuti. A questo punto aggiungete l’acqua e fatela sobbollire. Non appena vedrete l’acqua sobbollire, aggiungete l’avena, aggiustate di sale e pepe a seconda del vostro gradimento e cuocete il tutto per circa 5 minuti( controllate i tempi di cottura della confezione d’avena che avrete acquistato). Mescolate di tanto in tanto durante la cottura. Servite calda con una spolverata di prezzemolo. Avrete portato in tavola in pochi minuti un ottimo Porridge in versione salata ma soprattutto light!

Bon Appétit!

FRITTATA DI BROCCOLI AL FORNO

FRITTATA DI BROCCOLI AL FORNO: GF /V 

Anche l’occhio vuole la sua parte! In generale si va sempre più ad attenzionare la ricercatezza estetica in un piatto, la complessità nell’elaborazione, per ottenere un risultato da grand gourmet che si presenti eccellente agli occhi e ad al palato. Ma siamo sinceri, chi ha effettivamente così tanto tempo oggigiorno da passare ore ed ore dietro ai fornelli? In un’era in cui i cibi precotti ormai sono attori principali della maggior parte delle tavole, si potrebbe dire che la chiave di volta per la soluzione del problema sia la “semplicità”! La frittata al forno con broccoli, non sarà forse bella, ma a quanto a gusto rappresenta uno straordinario mix di sapori. Ideale per chi vuole mangiare in modo leggero e sano senza rinunciare al sapore e al gusto, per non parlare della sua facilità e velocità di preparazione.

INGREDIENTI:wp-1488900145404.jpg

  • 300 gr. Broccoli
  • 4 uova
  • 100 gr. Grana grattugiato
  • 1 spicchio d’Aglio
  • Erba cipollina
  • Sale
  • Pepe
  • Olio e.v.o.

 

PREPARAZIONE:

Per la preparazione della frittata al forno con broccoli, iniziamo con il pulire i broccoli,  staccando le cime dal torsolo ed eliminando la parte dura del gambo, che va inciso alla base con un piccolo taglio.
Laviamo per bene in acqua fredda le cime e poi lessiamole per una decina di minuti in acqua bollente salata, infine scoliamoli per bene. In una terrina molto capiente sbattete le uova e aggiungete un pizzico di pepe, sale, erba cipollina ed il formaggio grattugiato. Aggiungete i broccoli e schiacciate lo spicchio d’aglio; mescolate fino ad amalgamare bene il tutto. Non ci resta a questo punto che versate il composto in una teglia foderata con carta forno e mettete a cuocere per circa 15 minuti, in forno preriscaldato e ventilato ad una temperatura di 200°C , controllandone di tanto in tanto la cottura. Servite la frittata calda, ma vi assicuro che è buonissima anche fredda!

 

Bon Appétit!

TORTA SALATA SENZA GLUTINE DI VERDURE E RICOTTA

TORTA SALATA SENZA GLUTINE DI VERDURE E RICOTTA: GF /V

Dio benedica la Buitoni; nessuno lo dice allora lo dico io, la Buitoni ci ha fatto dono di una tra le più buone pastasfoglie senza glutine che ci siano attualmente in commercio. Ne esistevano già, la mangiavamo in silenzio, ma….Ebbene adesso nessuna rinuncia e andiamo di torte salate! Quella che vi propongo è una torta salata alle verdure e ricotta, buona e delicata ma soprattutto veloce da preparare.

INGREDIENTI:

  • 1 Rotolo Pasta sfoglia S.G Buitoni
  • 250 gr. RicottaQuiche
  • 2 Carote
  • 2 Zucchine
  • 1/2 Peperone Rosso
  • 1/2 Peperone Giallo
  • 1 Porro
  • 2 Uova
  • 100 gr. Parmigiano
  • Olio e.v.o
  • Sale
  • Pepe
  • Noce moscata

 

PREPARAZIONE:

Per  iniziare prendete le verdure lavatele mondatele e tagliatele a cubetti piuttosto piccoli, tagliate invece il porro a rondelle. In una padella versate due cucchiai di olio; quando sarà caldo, aggiungete le zucchine, carote e peperoni, salate e pepate e fate cuocere per circa 10 minuti per scottare appena le verdure (ultimeranno la loro cottura in forno). In un’altra padella con un filo d’olio e fate appassire il porro per circa 8 minuti . In una ciotola capiente, mettete la ricotta e le uova e, con l’aiuto di una frusta ed olio di gomito, cominciate a sbattere amalgamando gli ingredienti; aggiungete un pizzico di sale e pepe ed il parmigiano grattugiato e mescolate bene. A questo punto uniamo le verdure ed il porro (che dovranno essere tiepidi) e la noce moscata. Mescolate per bene il tutto e lasciate riposare qualche istante; nel mentre Tirate fuori dal frigorifero la pasta sfoglia e srotolatela con cura, tiratela con il mattarello se fosse necessario e mettetela in una teglia rotonda e fatela aderire ai bordi. Accendete il forno a 200°. Versate il composto con il composto nella pasta sfoglia e con l’aiuto di una spatola livellatelo; abbassate i bordi di pasta non coperti dal ripieno formando una cornice tutta intorno alla vostra torta salata; io mi diverto alle volte a farne dei decori con la forchetta. Infornate lil tutto per 30 minuti (controllate la doratura della sfoglia per accertarvi della cottura) e servitela tiepida!

Bon Appétit.