SPINACINE VEGETARIANE SENZA GLUTINE COTTE AL FORNO

SPINACINE VEGETARIANE SENZA GLUTINE COTTE AL FORNO

Lo ammetto, ho proprio una passione per le verdure; sin da bambina non sono mai stata così schizziosa da evitarle nel piatto, anzi se potevo ne chiedevo il bis! Poi sarà che sto invecchiando, pure male, ma ci sono dei periodi in cui proprio di mangiare la carne non mi riesce. Gli esperti dicono che spesso il nostro corpo ci invia dei chiari messaggi, il mio magari mi vuole dire che presto mi trasformerò in un coniglio a giudicare dal quantitativo di verdure presenti nel mio frigo! Torniamo a noi; quando hai voglia di spinacine, ma la Aia non te le ha ancora messe in commercio, pronte da acquistare al banco frigo del supermercato, in versione senza glutine, hai solo un’opzione: farle in casa; e se a questo aggiungi una momentanea inappetenza verso la carne, allora ecco che esce fuori il motivo della ricetta di oggi delle spinacine vegetariane senza glutine!

INGREDIENTI:
wp-1490284271610.jpg

  • 220 gr. Ceci Cotti
  • 300 gr Spinaci Freschi
  • 1 uovo
  • 100 gr. Pangrattato SG (
  • 50 gr. Parmiggiano grattugiato
  • 1 spicchio d’Aglio
  • 30 gr. Provola
  • Olio
  • Sale e Pepe

 

 

PREPARAZIONE:

Dedichiamoci a pulire per bene gli spinaci, dopodiché saltiamoli in padella con un filo d’olio e lo spicchio d’aglio e lasciamoli cuocere per qualche minuto. Scolate i ceci. Una volta cotti gli spinaci lasciateli freddare qualche istante, per poi andarli a frullare nel mixer insieme ai ceci, l’uovo, il parmigiano e aggiustate di sale e pepe. Prestate attenzione a lasciare il composto piuttosto grossolano, non deve essere una crema. In una ciotola trasferite il composto ed aggiungete 3 cucchiai del pangrattato che avevate preparato. Impastatelo con le mani insieme al composto e cercate di compattarlo. Ora dovrete formare due strati di composto non troppo spessi ed adagiare al centro una fettina di provola; chiudete e passate nel pangrattato messo da parte; fate questo procedimento fino ad ultimare gli ingredienti. Preparate la placca ed adagiateci della carta forno; spennellatela con dell’olio. Adagiate le spinacine e versate un filo d’olio sulla superficie, per far sì che questa venga bella croccante. Cuociamo in forno ventilato già caldo a 200° per 15 minuti, poi giriamoli delicatamente, fate attenzione perché da caldi sono piuttosto morbide e facili da rompere e terminiamo la cottura per altri 5 minuti. Devono apparire ben dorati e la panatura croccante. Estraiamo dal forno e lasciamo intiepidire prima di servire.

Bon Appétit!

QUINOA LA NUOVA FRONTIERA PER L’INDIPENDENZA DAL SEMOLINO!

QUINOA LA NUOVA FRONTIERA PER L’INDIPENDENZA DAL SEMOLINO!

Cereale o non Cereale? E se lo fosse, apparterrà alla categoria del Senza Glutine? Ecco quali sono le domande che un celiaco si pone di fronte al primo step di conoscenza con un nuovo alimento, come ad esempio la Quinoa; ormai è abbastanza rinomata e conosciuta fra i più dei cuochi provetti, ma vi assicuro che ci sono moltissime persone che ancora non sanno cosa sia. Boh…Cos’è? Si mangia? Certo che sì! Introdurla nel proprio piano alimentare, per renderlo il più vario possibile, non fa altro che bene; anzitutto una piccola premessa, per mettere a tacere la confusione imposta dal mercato di vendita, la Quinoa non è un cereale ma bensì una pianta erbacea e si distingue dai cereali, per il suo alto contenuto proteico e per la totale assenza di glutine! La si può trovare in commercio sotto forma di semi o di farine (essendo ricca di amido la Quinoa risulta un ottimo alleato in cucina per tutte quelle ricette inerenti alla panificazione o per preparare biscotti e dolci). Di per sè non ha un sapore particolarmente piccato, ma più un retrogusto che vagamente ricorda la nocciola tostata, per cui si presta benissimo per accompagnare piatti soprattutto a base vegetariana o per la preparazione di polpette o hamburger, data la sua consistenza e non è nemmeno così impegnativa la sua preparazione (cuoce meno dei comuni cereali o legumi ).
E’ possibile consumarla solo da cotta e bisogna tener cura di risciacquarla bene, dopodichè si passa ad una lessatura o risottatura in acqua ed infine aggiunta insieme ad altri ingredienti che comporranno le nostre ricette. beautyplus_20170314223533_save.jpgPerchè fa bene consumarla? La quinoa oltre ad essere un alimento altamente nutriente e proteica, presenta un alto contenuto di fibre, utili al nostro organismo e soprattutto se vogliamo seguire un periodo disintossicante. Ha un basso indice glicemico, il che la rende un alleato indispensabile nelle diete ipocaloriche, per non parlare del fatto che è un ottimo integratore di magnesio ed antiossidanti! Insomma le proprietà benefiche della Quinoa sono davvero innumerevoli, ragione per cui, inserirla all’interno del proprio piano alimentare, può solo apportare dei benefici e fare scatenare il nostro estro creativo in cucina; vi basti anche solo immaginare alla miriade di piatti freddi, cui siamo soliti consumare con l’arrivo della bella stagione variandone il contenuto di “carboidrato” (come pasta, riso, cous cous) con la Quinoa. Ebbene sì, cous cous, l’insalata fredda che spesso troviamo a disposizione già pronta in commercio, fatta con il semolino, che noi non possiamo mangiare, da oggi rivendichiamo l’indipendenza celiaca dal semolino ed è subito cena con la Quinoa!!
La trovate in vendita negli alimentari o supermercati biologici ed anche online (esistono anche porzioni inscatolate di Quinoa già precotta).

TORTA SALATA SENZA GLUTINE DI VERDURE E RICOTTA

TORTA SALATA SENZA GLUTINE DI VERDURE E RICOTTA: GF /V

Dio benedica la Buitoni; nessuno lo dice allora lo dico io, la Buitoni ci ha fatto dono di una tra le più buone pastasfoglie senza glutine che ci siano attualmente in commercio. Ne esistevano già, la mangiavamo in silenzio, ma….Ebbene adesso nessuna rinuncia e andiamo di torte salate! Quella che vi propongo è una torta salata alle verdure e ricotta, buona e delicata ma soprattutto veloce da preparare.

INGREDIENTI:

  • 1 Rotolo Pasta sfoglia S.G Buitoni
  • 250 gr. RicottaQuiche
  • 2 Carote
  • 2 Zucchine
  • 1/2 Peperone Rosso
  • 1/2 Peperone Giallo
  • 1 Porro
  • 2 Uova
  • 100 gr. Parmigiano
  • Olio e.v.o
  • Sale
  • Pepe
  • Noce moscata

 

PREPARAZIONE:

Per  iniziare prendete le verdure lavatele mondatele e tagliatele a cubetti piuttosto piccoli, tagliate invece il porro a rondelle. In una padella versate due cucchiai di olio; quando sarà caldo, aggiungete le zucchine, carote e peperoni, salate e pepate e fate cuocere per circa 10 minuti per scottare appena le verdure (ultimeranno la loro cottura in forno). In un’altra padella con un filo d’olio e fate appassire il porro per circa 8 minuti . In una ciotola capiente, mettete la ricotta e le uova e, con l’aiuto di una frusta ed olio di gomito, cominciate a sbattere amalgamando gli ingredienti; aggiungete un pizzico di sale e pepe ed il parmigiano grattugiato e mescolate bene. A questo punto uniamo le verdure ed il porro (che dovranno essere tiepidi) e la noce moscata. Mescolate per bene il tutto e lasciate riposare qualche istante; nel mentre Tirate fuori dal frigorifero la pasta sfoglia e srotolatela con cura, tiratela con il mattarello se fosse necessario e mettetela in una teglia rotonda e fatela aderire ai bordi. Accendete il forno a 200°. Versate il composto con il composto nella pasta sfoglia e con l’aiuto di una spatola livellatelo; abbassate i bordi di pasta non coperti dal ripieno formando una cornice tutta intorno alla vostra torta salata; io mi diverto alle volte a farne dei decori con la forchetta. Infornate lil tutto per 30 minuti (controllate la doratura della sfoglia per accertarvi della cottura) e servitela tiepida!

Bon Appétit.

INSALATA COTTA E CRUDA

INSALATA COTTA E CRUDA CON SALSA OLANDESE : GF /V

Ci sono giornate che, voglia di cucinare saltami adosso, non fai in tempo di aprire il frigo e ti assale il dubbio amletico del “Oggi cosa cucino?”, aggiungete un pizzico di mancanza di tempo per spadellare ed avrete la combo fatale! Mi rifiuto di ripiegare sullo yogurt che fa capolino dallo sportello, così spaziando con lo sguardo nel frigo, mi accorgo del tupperware con l’avanzo di cavolfiore al vapore della cena! Prepariamo un’ Insalata Cotta e Cruda!! L’insalata cotta e cruda è davvero velocissima da preparare e può essere modificata e personalizzata con le diverse verdure di stagione a disposizione ed a seconda dei gusti. Per dare il giusto equilibrio di sapori decido che la mia base cotta consisterà in cavolfiore al vapore e ceci, aggiungendoli a dell’insalata mista a foglia verde e zucchini che faranno parte della base cruda della mia insalata, il tutto condito da un filo d’olio, qualche cucchiaino di salsa olandese, sale e pepe.

INGREDIENTI:wp-1488354195727.jpg

  • 250 gr. di Insalata mista
  • 125 gr. Cavolfiore
  • 2 Zucchini
  • 2 Cucchiai Ceci precotti
  • 1 Cucchiaio di Olio e.v.o.
  • 1 Cucchiaio di Salsa Olandese
  • Sale
  • Pepe

PREPARAZIONE:

Lavate con cura le foglie d’insalata e disponetele ad asciugare, mondate gli zucchini, lavateli e tagliateli a cubetti. Io avevo già del cavolfiore cotto al vapore, ma se ne foste privi, vi basterà pulirlo e privarlo del gambo centrale, così da ricavare solo i ciuffetti; disponeteli in una ciotola di vetro con un cucchiaio d’acqua, coprite la ciotolina con della pellicola trasparente e foratela con uno stuzzicadenti. Mettete alla massima temperatura del microonde il cavolfiore, per 5 minuti (il tempo di cottura è però orientativo a seconda del vostro microonde, vi consiglio trascorsi i 5 minuti di controllarne la cottura puntellando con una forchetta il gambo). Questo trucchetto vi farà risparmiare tempo ed avrete delle perfette verdure cotte al vapore!
Scolate i ceci precotti ed iniziamo ad assemblare la nostra insalata. Conditela con un filo d’olio, sale, pepe e per finire unite qualche cucchiaino di Salsa Olandese (vi linko la ricetta). Avrete un piatto unico, saporito e sostanzioso, perfetto per un pranzo light in ufficio o se volete mantenervi leggeri per cena.

Bon Appétit.

MEDAGLIONI VEGGIE DI TOFU, ZUCCA E BROCCOLI AL TIMO COTTI AL FORNO SENZA GLUTINE

MEDAGLIONI TOFU, ZUCCA E BROCCOLI AROMATIZZATI AL TIMO: GF /VVG/ EF / MF 

Era da un po’ che non aggiornavo il blog, ma tanti impegni, le feste in casa del periodo natalizio, insomma mi hanno tenuta lontano dagli aggiornamenti culinari, ma adesso sono tornata!!! E con i buoni propositi del 2017 cominciamo con una sessione di ricette vegetariane; no non sono vegana/vegetariana, però apprezzo molte di queste ricette ed ingredienti, che sostengo essere valide alternative per variare quanto più possibile la mia dieta. Credo che l’errore che comunemente facciamo tutti nel nostro regime alimentare, sia quello di diventare piuttosto statici, come se avessimo bisogno di conferme fisse nella vita. Per cui Tofu! Bistrattato da molti, io stessa ammetto di non esserne mai stata una grande sostenitrice, soprattutto per la sua totale assenza di sapore, ma davvero singolare è la sua capacità dell’ assorbire i sapori e le fragranze delle pietanze con le quali viene cucinato. Una variante proteica leggera a basso contenuto di grassi, che viene incontro a chi è in dieta e del petto di pollo alla piastra non ne può più.
Ciò che vi propongo sono dei medaglioni leggeri e gustosi, ottimi mangiati anche l’indomani freddi.

INGREDIENTI:20170226_203522

  • 200 gr. Zucca Gialla
  • 25o gr. Tofu al naturale
  • 200 gr. Broccoletti
  • 100 gr. Pangrattato SG
  • 1 cucchiaino di Timo
  • Sale
  • Pepe
  • Olio e.v.o.

 

PREPARAZIONE:

Per la preparazione dei Medaglioni, iniziamo lavando la zucca ed eliminando la buccia. Tagliamo la polpa a fettine più o meno spesse 1 cm e disponiamole in una placca ricoperta da carta forno; mondiamo e laviamo i broccoletti ed adagiamo anche loro nella placca. Inforniamo a 180° per alcuni minuti, giusto il tempo di ammorbidire la polpa delle verdure e nel mentre avremo il forno già caldo per successivamente cuocere i nostri medaglioni. Una volta cotte le nostre verdure lasciamole intiepidire e con l’ausilio del mixer da cucina, in una ciotola frulliamo grossolanamente la zucca ed i broccoli. Aggiungiamo il Tofu sbriciolato a mano (è un’operazione davvero facile da eseguire, in quanto il tofu pur essendo compatto è molto morbido e friabile), il Timo, uniamo sale, pepe nero e qualche cucchiaio di pangrattato senza glutine mescoliamo il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e ben amalgamato. Lasciamo riposare il composto in frigorifero per circa 20 minuti, dopodiché  andiamo a dare forma il più possibile regolare ai nostri medaglioni e passiamoli successivamente in una ciotola con il pangrattato. Sistemiamoli su un foglio di carta forno e versate a filo l’olio e.v.o, non eccedete ma mettetene giusto un po’ per permettere all’impanatura di dorarsi così bene in forno. Cuociamo in forno ventilato già caldo a 200° per 15 minuti, poi giriamoli delicatamente, fate attenzione perchè da caldi sono piuttosto morbidi e facili da rompere e terminiamo la cottura per altri 5 minuti. Devono apparire ben dorati e la panatura croccante. Estraiamo dal forno e lasciamo intiepidire prima di servire.

Bon Appétit!

RISOTTO AGLI SPINACI IN CIALDA DI PARMIGIANO

RISOTTO AGLI SPINACI IN CIALDA DI PARMIGIANO GFEF

In una giornata di pioggia come questa ho voglia di prepararmi qualcosa di caldo ma sfizioso…È anche vero che siamo in concomitanza del Natale e dovrei pensare a non esagerare troppo…ma fa freddo e le energie per andare al lavoro dove le trovo poi? Ok ho la ricetta giusta, leggera, gustosa e che mi dia lo sprint giusto,  ma soprattutto veloce da poter realizzare!

INGREDIENTI: wp-1481022442125.jpg

  • 200 gr. Spinaci
  • 160 gr.  Riso
  • 1 l. Brodo vegetale
  • 20 gr. Burro
  • 1 Scalogno
  • 180 gr. Parmigiano Reggiano grattugiato
  • Sale

 

PREPARAZIONE

Pulite gli spinaci prestando cura nello scartare i gambi e sciacquare bene le foglie. Portare in una pentola dell’acqua a bollore e sbollentare per 5 minuti gli spinaci salando a metà cottura. Una volta cotti, metteteli in un colino e pestateli aiutandovi con un cucchiaio in modo da strizzarli bene e levare i residui d’acqua, dopodiché  tritateli finemente (normalmente per aiutarmi uso la mezzaluna).
Mettete a scaldare il brodo. In una pentola a sponde alte mettete il burro a sciogliere e rosolare lo scalogno tritato molto finemente, una volta dorato,  unire il riso e lasciarlo tostare per un minuto e lentamente aggiungere qualche mestolo di brodo bollente e lasciate cuocere. Continuate la cottura unendo il brodo man mano che viene assorbito, mescolando di tanto in tanto, per far si che il risotto non si attacchi e portate così a fine cottura(attenzione a lasciare che il brodo non si asciughi troppo durante la cottura del riso altrimenti la cottura averebbe discontinuo); a circa 5 minuti prima della fine del tempo di cottura del riso, unite gli spinaci, mescolate, unire il Parmigiano Reggiano grattugiato tenendone un pochino da parte per decorare, mescolare accuratamente e far riposare per un minuto.  Prepariamo le cialde: tagliate delle strisce di carta da forno per ricavarne dei quadrati , quindi posizionate al centro di ciascuno di essi un cucchiaio abbondante di parmigiano stendendolo in tondo per formare un cerchio, dopodiché mettete il foglio nel forno microonde per pochi secondi , alla massima potenza, fino a quando il parmigiano non comincerà a sciogliersi. Se non avete il microonde potete eseguire l’operazione in un padellino antiaderente, per pochi minuti, finché i bordi delle cialde cominceranno ad assumere un colore ambrato.  A questo punto dobbiamo dare la forma a conca alle cialde, ( è fondamentale che vengano lavorate quando sono ancora calde e malleabili) prendete la carta da forno con il formaggio fuso e sistematelo all’interno di una cocottes, poi modellatelo velocemente, schiacciando il formaggio verso il fondo con il dorso di un cucchiaio, fino ad ottenere la forma desiderata; lasciatela raffreddare. A questo punto potete estrarre con delicatezza le cialde dalla ciotola, eliminare la carta da forno e versate nel centro il risotto agli spinaci.
Servire decorando con il Parmigiano tenuto da parte.

Bon Appétit!

 

​TORRETTA DI MELANZANE E VERDURE

TORRETTA DI MELANZANE E VERDURE GFEF / MF

Oggi vi propongo una ricetta per un antipasto veloce;sfizioso e saporito, adatto a noi celiaci. Estremamente semplice da realizzare ideali da preparare aggiungono un tocco di brio e vivacità alla vostra tavola. Oltre come antipasto possono essere servite anche come  contorno a secondi piatti di carne o di pesce.

INGREDIENTI:wp-image-1738537883jpg.jpg

  • 2 Melanzane
  • 1 Peperone rosso
  • 1 Carota
  • 50 gr.Fagiolino
  • 60 gr. Gorgonzola dolce
  • 1 cucchiaio Olio evo
  • Sale e Pepe

 

PREPARAZIONE :

Mondate e sbollentate il fagiolino, pelate la carota e tagliatela a fiammifero e lessatele in acqua leggermente salata. Tagliate il peperone a cubetti ed affettate le melanzane con fette spesse 4-5 mm. Scolate il fagiolino e le carote, tritate il cipollotto e fatelo rosolare, aggiungete i cubetti di peperone e lasciatelo appassire per qualche minuto, salatelo ed in seguito aggiungete il fagiolino, un pizzico di pepe e le carote e spadellatele per 5 minuti. Grigliate le fette di melanzana  e salatele da ambo le parti.

Adesso andiamo a comporre la nostra torretta: in un piatto adagiate una prima fetta di melanzana e spalmate il gorgonzola, adagiate una cucchiaiata di verdure e proseguite il procedimento per strati fino ad ultimare con un’ultima cucchiaiata di verdure. Servite la torretta tiepida.

Bon Appétit!